Boom Economy – Banche, armi e paesi in conflitto

Forse non tutti sanno che le autorizzazioni all’esportazione di armamenti italiani rilasciate dai nostri governi verso i paesi in conflitto ammontano a quasi 6 miliardi di euro (periodo 2001-2011).
In questo ebook, gratuito, lo studio fatto in collaborazione con la FISAC-CGIL Toscana, in cui ci sono tutti i dati che i pazienti ricercatori dell’IRES, Chiara Bonaiuti e Giorgio Beretta, sono riusciti ad ottenere da chi cerca di darne il meno possibile, per tracciare i contorni sfuggenti di un fenomeno raramente alla ribalta delle cronache.
Ah, e… con le vignette e i disegni del vostro 😉
Ma l’accorato invito a scaricarlo è per quello che c’è scritto, non per quello che c’è disegnato…

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

QUI trovate l’ebook, QUI la versione pdf, e lo trovate anche su ITUNES.

Condividi:
Share

Lasciate lavorare noi (otto marzo for dummies)

Ho avuto il piacere di collaborare col Coordinamento Donne Fisac Cgil per illustrare un opuscolo informativo sulle opportunità della legge 8 marzo 2000 n°53 sui congedi parentali.

E vista la felice esperienza personale, ho impresso al tema un forte approccio -come dire- maschile al tema.

Quindi, un po’ meno parole e mimose, e un po’ più di fatti, oh babbi che potete.
Del resto, oggi va di moda il padre high-care, non vorrete mica lasciarvi scappare l’occasione di essere così terribilmente trendy?

E c’è anche un video:

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

 

Condividi:
Share

Cosa rimane della satira italiana?

Con questo titolo il Quotidiano della Satira commenta la levata di scudi intorno al povero Alessio Spataro, reo di aver appellato come Ministronza una Ministrega (ministra una sega, ndr).
Quel che meno conta è che ci sono anch’io, nel satirico condominio cartaceo lucano. Non ripubblico qui la vignetta d’esordio, così sarete costretti ad andare a scaricare il numero 65 per vederla.

QS_lungo

Qui pubblico solo quello che nel buon QS non c’è entrato, ovvero un componimento anagrammatico sullo stato della satira italiana:

Amatoriale, staliniana, da celarsi:
Cosa rimane della satira italiana?
Niente, così disarmata. La Rai? Alalà!
E’ lasciata al miliardario ansante.

PS. A proposito di ministronzate (e di anagrammi). Rivendico la paternità del lemma. Voglio essere additato anch’io al pubblico ludibrio. La legge, del resto, è uguale per tutti.

Condividi:
Share