Lasciate lavorare noi (otto marzo for dummies)

Ho avuto il piacere di collaborare col Coordinamento Donne Fisac Cgil per illustrare un opuscolo informativo sulle opportunità della legge 8 marzo 2000 n°53 sui congedi parentali.

E vista la felice esperienza personale, ho impresso al tema un forte approccio -come dire- maschile al tema.

Quindi, un po’ meno parole e mimose, e un po’ più di fatti, oh babbi che potete.
Del resto, oggi va di moda il padre high-care, non vorrete mica lasciarvi scappare l’occasione di essere così terribilmente trendy?

E c’è anche un video:

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

 

Condividi:
Share

Com’è delizioso andar sulla carrozzella

Io ed Io 
IO ED IO è una mostra di opere realizzate da persone in riabilitazione
dopo aver subito un grave danno cerebrovascolare che si è svolta nei giorni scorsi a Verona, con l’obiettivo di offrire una lettura diversa della
disabilità, mettendone in luce non solo i versanti negativi.

Ai disengatori come me è stato chiesto di contribuire, condividendo questo spirito, con una vignetta o una illustrazione sul tema.

Tutti i contributi sono raccolti qui, in pdf  o in book sfogliabile. Se volete vedere il mio, dovrete scaricarli e ammirarli tutti quanti…

Danilo Maramotti, Dario Di Simone (Satirix) , Gianfranco Uber , Gianni Falcone (Gianfalco) , Giulio Laurenzi , Luigi Alfieri (Vadelfio) , Marco Vuchich , Massimo Ciani (Matra) , Massimo Ottavi (Ottomax) , Mauro Biani , Mauro Patorno (Pat) , Nicola Brusco , Rosanna Pasero (Broderie)  

Condividi:
Share

20 anni di carcere per un vignettista-blogger birmano

Tre condanne per dissidenti del regime ‘colpevoli di satira’ nei confronti del leadere della giunta militare. Condannato a 20 anni di carcere un blogger reo di aver pubblicato una vignetta che aveva come protagonista il capo della giunta Than Shwe.
Nay Phone Latt, 28 anni, è stato condannato dal tribunale di Rangoon e rinchiuso nel carcere di Insein. Un altro amico di Nay Phone Latt, Thin July Kyaw, è stato condannato a 2 anni, così come Saw Wai, un oppositore del regime che aveva pubblicato dei versi ch prendevano in giro il leader sul settimanale Love Journal: ogni riga cominciava con le parole “il generale Than Shwe è uno stupido con potere”. Nay Phone Latt era stato arrestato a gennaio e i capi di imputazioni ri guardavano reati per mezzo telematico, creazione di pubblico allarme e diffamazione a mezzo video. Durante le proteste di settembre 2007, il suo blog ha fornito informazioni sui fatti che hanno messo in ginocchio il paese, teatro di violenze contro gli inermi cittadini da parte dell’esercito. Nessuno ha potuto assistere al processo e non è stato permesso a Nay Phon di essere difeso dal suo avvocato che è stato incarcerato per oltraggio alla corte venerdì scorso. La vignetta recita:

– “Generale, noi chiediamo di discutere dei nostri diritti umani”
– “Ragazzo, sei sicuro che io sia ancora umano?”

http://nayphonelatt.blogspot.com/
http://www.nayphonelatt.net/
Reporters sans frontière: http://www.rsf.org/article.php3?id_article=25274
Peacereporter: http://it.peacereporter.net/articolo/12709/Myanmar,+20+anni+di+carcere+per+un+blogger+anti-regime

Condividi:
Share

Ma sarà OT parlare di Darfur per Natale?

darfur 1 darfur 2

Con queste due vignette ho contribuito, a suo tempo, alla buona causa.

300 mila morti, 2 milioni di sfollati, 200 mila rifugiati. Una tragedia che si consuma da tre anni. Ma i morti del Darfur non fanno notizia.

Firma l’appello on-line per chiedere a sdi dare più spazio all’informazione sul Darfur e sulle crisi umanitarie del mondo.

Firma l'appello

Condividi:
Share