Lasciate lavorare noi (otto marzo for dummies)

Ho avuto il piacere di collaborare col Coordinamento Donne Fisac Cgil per illustrare un opuscolo informativo sulle opportunità della legge 8 marzo 2000 n°53 sui congedi parentali.

E vista la felice esperienza personale, ho impresso al tema un forte approccio -come dire- maschile al tema.

Quindi, un po’ meno parole e mimose, e un po’ più di fatti, oh babbi che potete.
Del resto, oggi va di moda il padre high-care, non vorrete mica lasciarvi scappare l’occasione di essere così terribilmente trendy?

E c’è anche un video:

Content not available.
Please allow cookies by clicking Accept on the banner

 

Condividi:
Share

Blogger in congedo parentale

Padre in congedo parentaleSecondo una statistica trovata in giro per la rete (qui), in Italia i padri che usufruiscono del congedo parentale sono 4 su 100.
Anche in un’epoca di maggioritario spinto, sono felice di essere entrato a fare parte di quel 4%, anche se dei cento padri che conosco sono l’unico…
Me ne starò a casa per 5 meravigliosi mesi di primavera col mio piccolo (ho già cominciato…), e il bello è che la legge consente alla mamma di prendere ugualmente i permessi retribuiti per l’allattamento, quindi abbiamo tutti i pomeriggi liberi per fare la famiglia barilla.

Visti i tempi, rimango naturalmente in attesa di scomunica, in quanto scardinatore delle consolidate regole della famiglia tradizionale. Chissà che ne penserà Giulianone

Ho provato a cercare in giro per blog, ma ho trovato pochissimi precedenti, a parte qualcosa … altro che 4%!

Eppure è bellissimo, ve l’assicuro… cercherò, se ho tempo, di raccontarlo come so fare meglio, cioè disegnando.

Bottone Blogger in congedo parentaleNel frattempo, se qualche altro blogger è (o è stato, o vuole andare) in maternità, si faccia vivo. Offro un bannerino per tutti.
C’è nessuno a farmi compagnia?

Condividi:
Share