Il governo sposta per decreto il terremoto di Roma al 12 giugno

ULTIMORA – Il governo rassicura i cittadini capitolini, spiegando che il previsto terremoto di oggi non andrà in onda. Grazie al tempestivo intervento dell’esecutivo il sisma previsto da Rafafele Bendandi nel secolo scorso è stato infatti rimandato con un decreto legge alla mattina del 12 giugno, con sciame sismico fino alle 14 del giorno successivo ed estendendolo a tutte le principiali italiane, in una ottica federalista. Il governo invita pertanto tutti i cittadini a rientrare fiduciosi nelle proprie case, ed invitandoli invece a disertare le città e i relativi pericoli recandosi al mare il 12 giugno. Nel testo, anche la posticipazione al 14 giugno degli effetti della privatizzazione delle spiagge, trasformando così il secondo weekend di giugno nell’ultima occasione per molti italiani di vedere una spiaggia libera. Mica vorrete perdervela.

Condividi:
Share

Primi disastrosi effetti della nube di Fukushima sull’Italia: i livelli di quorum saliti al di sopra del 51%

E’ allarme in tutta la penisola, dove gli effetti della nube radioattiva cominciano a farsi sentire nei modi più inattesi. Mentre a Livorno è allarme per la nascita del secondo pisano furbo della storia, alti livelli di odio radioattivo vengono registrati nel nord Italia nei pressi dei ripetitori di Radio Padania: l’attività anomala viene riscontrata in modo particolare cogli ioni di stronzio, tipici della zona.
Appare ancora inspiegabile, agli occhi degli esperti, il legame esistente tra la loro frenetica attività e l’aumento della pressione sulle coste sud, dove la centrale di Lampedusa, da settimane a rischio fusione, viene continuamente irrorata con acqua fresca.
Ma i valori che più allarmano le autorità sono quelli legate alle radiazioni quorum, schizzate sopra il 51% dopo molti anni di efficace contenimento da parte del ministero dell’abbiente. “Dobbiamo intervenire subito” ha commentato preoccupato il primo ministro, “erigeremo immediatamente un legittimo impedimento che eviti il propagarsi della contaminazione all’acqua, dove la pericolosa e incontrollata presenza di referendum è già superiore ai livelli tollerabili”.
Se gli stessi livelli di quorum dovessero riscontrarsi anche nell’acqua, allora sarà necessario un intervento straordinario per la messa in sicurezza della popolazione civile, invitandola a precipitarsi a fare abbondanti bagni al mare nei fine settimana di giugno, al fine di cospargersi il corpo del cloruro di sodio contenuto nel sale marino, l’unico, insieme alle benefiche radiazioni della tv accesa, in grado di evitare la contaminazione permanente.

Condividi:
Share

Homo nuclearensis

Ma se noi oggi dovessimo smaltire i rifiuti altamente tossici che l’uomo di Neanderthal ha lasciato 20.000 anni fa per accendere il fuoco destinato a cuocere la sua bistecchina di facocero, che opinione avremmo di quella specie?

E come ci chiameranno a noi, fra altri 20.000 anni, gli Homini Finalmentesapiens (se esisteranno e saranno sopravvissuti allora saranno per forza davvero sapiens), dai quali saremo antropologicamente diversi, visto che li abbiamo condannati a ciucciarsi le nostre scorie nucleari per poter noi usare il frullatore, l’aria condizionata e la scopa elettrica?

Se qualcuno del forum nucleare, fra un arrocco e l’altro, può rispondere, gliene saranno grati tutti i miei discendenti. Basta una risposta, senza quorum.

Condividi:
Share

Concita in versi

LA LEGGE GUAINA
Editoriale di Concita di Gregorio in 5 ottave concatenate

Ora che la Lega gli ha garantito
altri quattro mesi di pazienza
dunque di vita (il voto è bell’e ito
Anche Fini s’è armato di pazienza),
Il vecchio Cavalier lordo e imbolsito
guarda i brutti sondaggi senza urgenza
E si concentra su ciò che è più urgente
i suoi processi: già, naturalmente.

La gara fra avvocati è divertente
E noi paghiamo tutti questi sarti
Inventano ogni giorno un salvagente
Oggi è la legge guaina cui aggrapparti.
A Vitali,novello astro nascente
Ghedini ordina “torna tra i reparti!”
Eppure era un gioiello, se pensate
la prescrizione primavera-estate.

Il testo dice che vanno abbuonate
Le marachelle ai vecchi incensurati
Specie se da Milano scatenate
dopo, rispetto ad altri imputati
Certo varran le cuti verniciate
E la bassa statur degli attempati
O avere protesi nei calzoncini
Hanno capito ormai anche i bambini.

Alfano illustrerà ai suoi affini
Questo progetto, stando serio in volto
Mentre il ministro caccia clandestini
A chi vuol risparmiar non darà ascolto
E spenderà un po’ più di quattrini
Spostando avanti il dì in cui verrà svolto
il referendum che deve fallire
Per non fare il padrone impensierire.

Ed il leghista s’abitua a sorbire
E trangugiare ormai ogni sconcezza
La spiegazione che non posson dire:
Paura hanno del voto, e con certezza
Anche del popolo che dovrebbe applaudire
Ma che acquisisce consapevolezza
Come quei fannulloni ed ignoranti
Che per la scuola, in piazza, saran tanti.

Condividi:
Share