Signs

A proposito di segni, divini o meno. Non sono certo fra quelli che credono che quello che ? successo a New Orleans sia un segno tangibile della punizione di un qualche dio.
Per? nelle parole che usiamo alle volte si celano misteriose e notevoli coincidenze…
Orbene, qual’? la paura pi? grande che agita ogni singolo occidentale, oggigiorno? Certamente, l’incubo di trovarsi faccia a faccia con un kamikaze.
Ma che vuol dire, in giapponese, kamikaze?
Devo ringraziare Fosco Maraini e il suo Case, Amori, Universi, se adesso so che la parola fu adottata dai piloti suicidi giapponesi prendendola a prestito da ci? che respinse, nel 1200 o gi? di l?, l’invasore mongolo-cinese in continente. A fermare le flotte di Kubilay Khan furono delle fortissime tempeste, che i giapponesi dell’epoca battezzarono Venti Divini. Kami-Kaze.
Coincidenze, certo.
Ma forse anche l’etimologia delle parole a volte potrebbe aiutare a capire qual’? il nemico vero…

Condividi:
Share

I commenti sono chiusi.