Analisi delle urne/2

Toni è una parola speciale.
E non c’entra il calcio, anche se è proprio a Firenze che assume un significato sconosciuto altrove.
Ch’io sappia, nessuno conosce il perchè, ma sotto il cupolone il ‘Tòni’, prima ancora che il plurale di tòno, altro non è che la tuta da ginnastica, più specificatamente proprio quella un po’ lisa che sta nel primo cassetto e che ci si mette tutti i giorni.
Ora, com’? come non ?, sta di fatto che, da qualche tempo a questa parte, e com’? d’altronde da tradizione in ogni campagna elettorale italica, compare una
frase
che si va ripetendo in ogni dove. Fior di personaggi, da manca a destra(*), la ripetono caldamente a chicchessia. Che poi ci son sempre quelli pi? buoni, che dichiarano di essere disposti a farlo per primi ed invitano gli altri, caldamente, a farlo.
Ma poi io non ho mai visto nessuno di costoro, che abbia poi perdavvero abbassato i toni.
Mai nessuno.
No.

(*) in quest’ordine

Condividi:
Share

I commenti sono chiusi.