Il santo del giorno – Sant’Anestesia

Santa Anestesia

Nasce nel III secolo a Oblìo, in Lettonia. Il Re di Svezia, Sven primo di Oslo, si innamora perdutamente di lei, al punto di cadere a terra esanime alla sola pronunzia del suo nome. Ma la donna non ricambia, anzi: per sfuggire alle attenzioni reali si ritira nel suo mondo onirico. Giace immobile in un eremo per ben 28 anni, alimentata con delle flebo rudimentali da devote consorelle. Muore nel sonno nel 304, e poco dopo muore anche il suo più grande spasimante: Sven I Re. Il suo culto è giunto fino ai giorni nostri: è invocata in tutto il mondo per far dimenticare i dolori più atroci ai pazienti gravi e meno gravi. Nelle campagne lèttoni, dove visse, esiste una curiosa variante del culto di questa beata: è invocata contro i torpori di singole parti del corpo (i santologi chiamano questo fenomeno il culto di Sant’Anestesia locale).

Condividi:
Share

I commenti sono chiusi.