Felicitàààààà

Al Bano arrestato
per crimini contro l’Umanità

L’accusa: detenzione e utilizzo illegale di armi di distruzione di massa cerebrale. Il celebre urlatore pugliese avrebbe liberato nell’etere moglie e cognata consapevole della loro pericolosit?. L’Organizzazione Mondiale della Sanit? lancia l’allarme: nessuno ? immune dalla Leccisomania, l’unica terapia possibile ? l’astinenza da televisione.

CELLINO – E’ pentito, Al Bano, e chiede scusa a tutto il genere umano per non aver capito prima le conseguenze del suo gesto. Con le lacrime agli occhi e con la consueta potenza d’ugola ha gridato al mondo il suo mea culpa, infrangendo le vetrate della vicina chiesetta dedicata a S.Nicola.
Lo sventurato col cuore infranto ? rinchiuso ormai da giorni nel carcere di Buona Domenica, costretto a seguire sul maxischermo le performance della moglie e della cognata senza neanche un minuto di pubblicit?. Le sue strazianti grida risuonano in ogni angolo della capitale, tanto che un senatore leghista ha denunciato la presenza a Roma Ladrona di un muezzin clandestino.
Intanto, i due organismi geneticamente modificati hanno infettato ormai l’85% dei capistruttura Rai e Mediaset, costretti ormai ad una dose ogni giorno sempre pi? massiccia.
A giorni le nuvolette del meteotre saranno sostituite dal labbro tumefatto di Loredana, mentre la sorella sar? la protagonista di uno speciale di Gaia – il pianeta che vive per miracolo.
Il fenomeno non sembra fortunatamente aver ancora travalicato i confini italiani, tuttavia l’Organizzazione Mondiale della Sanit? mette in guardia dai comportamenti a rischio, sconsigliando decisamente di sintonizzarsi sui canali satellitari italiani.
Il dibattito ? arrivato perfino all’ONU, dove si discute volentieri di tutto pur di scordarsi dell’Iraq e del Sudan. In quella sede, l’Europa vorrebbe imporre una moratoria mondiale sugli stacchetti. Ferma e decisa l’opposizione italiana: senza balletti periodici il governo cadrebbe nel giro di tre mesi.

Condividi:
Share

CC BY-NC-ND 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

Un commento:

  1. mi associo: giorno otto niente tv, solo marcia!
    8 dicembre, ore 10,00, piazza cairoli a messina: MARCIA CONTRO IL PONTE!!

Commenti chiusi