Misure anticrisi, Tremonti “Finanzieremo il Ponte sullo Stretto con la raccolta dei tappi di plastica”

SANT’ANNA DI VINADIO – La mente fervida del ministro dell’economia non si ferma neanche in tempi di crisi strutturale come questi. Così, nonostante il Pil stia precipitando a percentuali da Sinistra Arcobaleno e i bookmakers inglesi scommettino allegramente su quale paese fallirà per primo, da noi si continua a ballare al ritmo suadente dell’orchestrina da crociera governativa. Ecco infatti arrivare, puntuale come l’ora legale, insieme al solito vecchio condono vestito di nuovo, il rilancio dei lavoroni pubblici.
Ma come finanziare un’opera megalitica come il ponte sullo stretto quando in cassa non abbiamo più nemmeno i quattrini per comprare la benzina alle volanti della polizia? (Per le auto blu non si riscontrano ancora problemi, attualmente). Ecco allora che il nuovo corso tremontiano si tinge di verde, proponendo la Raccolta Obbligatoria Unica Nazionale dei Tappi di Plastica. D’altra parte, in tempi di crisi, perché finanziare fantomatici pozzi in Tanzania o improbabili scuole in Somalia? Molto meglio l’autarchia, e reinvestire in casa tutto quello che riusciamo a produrre. E visto che non produciamo più un tubo ma beviamo ancora imperterriti l’acqua minerale naturale, siamo i primi consumatori al mondo di tappi di plastica, tanto da averne eletto uno a Presidente del Consiglio. L’unico segno più non poteva sfuggire all’occhio attento del buon Giulio, così, ecco l’idea, subito annunciata in una affollata conferenza stampa. “Bevo Vocchetta e mi depuvo”, ha esordito il Ministro citando uno degli sponsor dell’operazione, invitando subito dopo i soliti pessimisti a vedere il bicchiere mezzo pieno. “Faremo il Ponte sullo stretto, e già che ci siamo ne faremo il 20% in più“, ha aggiunto accusando la solita sinistra del no di avere un programma che è solo acqua fresca.
La raccolta differenziata sarà da subito obbligatoria, grazie ad un decreto legge varato d’urgenza dal governo, nel quale si dà mandato alle ronde padane il controllo capillare sul rispetto della nuova normativa.
(imbottigliato come sgorga da Giuda)

Condividi:
Share

2 commenti:

  1. grazie per il linkaggio, carissimo !
    io è un po’ di tempo che vignetto e basta, per la satira scritta non ho tempo, quindi mi risulta difficile ricambiare il linkaggio sul mio blog, comunque sei sempre tra i miei preferiti !!!
    😉

Commenti chiusi