Il governo sposta per decreto il terremoto di Roma al 12 giugno

ULTIMORA – Il governo rassicura i cittadini capitolini, spiegando che il previsto terremoto di oggi non andrà in onda. Grazie al tempestivo intervento dell’esecutivo il sisma previsto da Rafafele Bendandi nel secolo scorso è stato infatti rimandato con un decreto legge alla mattina del 12 giugno, con sciame sismico fino alle 14 del giorno successivo ed estendendolo a tutte le principiali italiane, in una ottica federalista. Il governo invita pertanto tutti i cittadini a rientrare fiduciosi nelle proprie case, ed invitandoli invece a disertare le città e i relativi pericoli recandosi al mare il 12 giugno. Nel testo, anche la posticipazione al 14 giugno degli effetti della privatizzazione delle spiagge, trasformando così il secondo weekend di giugno nell’ultima occasione per molti italiani di vedere una spiaggia libera. Mica vorrete perdervela.

Condividi:
Share

I commenti sono chiusi.