WWW-day



La politica risponde al V-day di Beppe Grillo

proibito per decreto il web 2.0



TURRIS EBURNEA – Spiazzati dall’inattesa apparizione nelle piazze di quello che credevano fosse solo un giochino elettronico, i politici italiani non hanno perso tempo, organizzando una risposta politica degna della classe dirigente italiana al v-day di Beppe Grillo. Terminato questa mattina il primo coffee-break (quello fra il breakfast time e la prima merenda), ? stata convocata una urgente riunione bipartisan intorno ad un nutrito vassoio di paste alla crema (pi? un gelato per Buttiglione), con all’ordine del giorno il provvedimento che tutti i blogger si aspettavano da tempo: la chiusura per decreto del web 2.0.


Da domani, quindi, sar? proibito tenere un blog se non si ? iscritti all’albo dei giornalisti da almeno dieci anni, e saranno perseguibili per direttissima i commenti e i link. La Digos ? gi? al lavoro per infiltrare un proprio uomo in ogni forum e in ogni mailing list, allo scopo di far fallire eventuali ulteriori raduni sediziosi. Infine verr? inaugurata gi? nella prossima finanziaria la google tax, che obbligher? al pagamento di un centesimo di euro per ogni risultato di una qualsiasi ricerca sul celebre motore (saranno per? esenti i domini .va).
ULTIMORA: Il pacchetto di interventi ? stato valutato positivamente e con grande entusiamo in una nota del Partito Comunista Cinese.


Vota questo articolo su OkNOtizie

Condividi:
Share

I commenti sono chiusi.